Il Fondo RED ha finora erogato 69mila euro che, attraverso un bando, sono stati destinati all’inclusione di alunni disabili nelle scuole paritarie ed altre risorse per circa 20mila sono andate a sostenere i costi dell’attività di formazione e sostegno alle famiglie.

Sino a qui, i promotori si sono mobilitati per raccogliere ulteriori risorse e importanti apporti sono venuti da singole persone, gruppi familiari, aziende e realtà del territorio. Tuttavia, a nulla servirebbero le risorse economiche messe in campo se non fossero accompagnate da un progetto d’intenti che si sta facendo strada all’interno delle scuole e realtà coinvolte. Un movimento di persone, di opinioni e di buone prassi per favorire sempre più l’inclusione di bambini.

Esempio ne è il Tavolo RED – Primaria, importante occasione di incontro per le scuole cattoliche primarie: nei giorni scorsi si è svolto il terzo appuntamento con l’obiettivo di condividere esperienze e competenze, produrre un modello di PEI/PF condiviso per le scuole cattoliche e molto altro. In particolare, i rappresentanti delle scuole partecipanti hanno deciso di condividere un vademecum operativo sul modello di inclusione degli studenti con disabilità o disturbi aspecifici dal punto di vista didattico, ma anche gestionale e organizzativo.

Il prossimo incontro del tavolo area educativo- didattica si terrà venerdì 8 marzo dalle ore 17 presso la sala riunioni della Fondazione Comunità e Scuola in via Bollani, 20 a Brescia.